Scegliere la legna giusta per produrre pellet: una guida completa

Il mercato dei pellet di legno, chiamati anche pellet, ha registrato una rapida crescita negli ultimi anni. Rappresentano infatti un’alternativa ecologica ed economica ai tradizionali combustibili fossili. Per ottenere pellet di qualità è fondamentale scegliere la giusta tipologia di legna. In questo articolo esamineremo i criteri da considerare nella scelta della legna ideale per le presse per pellet.



I diversi tipi di legno che possono essere utilizzati per le presse per pellet



Innanzitutto è bene chiarire che non tutte le tipologie di legno sono adatte alla realizzazione del pellet. Le due principali categorie di legno che distinguiamo sono i legni teneri e i legni duri. Ciascuno di questi tipi di legno ha le proprie caratteristiche che influenzeranno la qualità del pellet prodotto.



Legni teneri



I legni teneri sono generalmente considerati la scelta migliore per la produzione di pellet di legno. Le specie di conifere comunemente utilizzate includono:



  • Il pino
  • Abete rosso
  • Abete
  • Abete di Douglas


Queste specie presentano numerosi vantaggi per la produzione di pellet. Innanzitutto sono molto comuni e facili da ottenere. Inoltre, il loro alto contenuto di lignina permette di ottenere pellet di qualità, con buona compattezza e basso contenuto di ceneri.



Legni duri



Anche i legni duri possono essere utilizzati per la produzione di pellet, anche se in misura minore. Tra le specie legnose di latifoglie comunemente utilizzate possiamo citare:



  • La Quercia
  • Faggio
  • Il lavoro
  • Il pioppo


Tuttavia, è importante notare che i pellet ottenuti da queste specie saranno generalmente di qualità inferiore rispetto a quelli ottenuti da legni teneri. Infatti il ​​loro basso contenuto di lignina li rende meno compatti e il loro contenuto di ceneri più elevato.



Pour en savoir plus

Qual è l’efficienza di una macchina pellet?

Comprendere le prestazioni di una macchina pellet La produzione del pellet di legno, chiamato anche pellet, è un processo che richiede attrezzature specifiche ed efficienti. Tra queste attrezzature, la pellettatrice occupa un posto centrale nella filiera produttiva. Per scegliere con…

Creare il tuo pellet: guida passo passo

Crea il tuo pellet è una soluzione economica ed ecologica per riscaldare o alimentare determinate apparecchiature. In questo articolo ti spiegheremo come realizzare il tuo pellet di legno, erba o corteccia seguendo pochi semplici passaggi. Passaggio 1: scegli la materia…

Criteri di scelta del legno per presse per pellet



Oltre alla scelta tra legno tenero e legno duro, quando si seleziona il legno per le presse per pellet è necessario prendere in considerazione molti altri fattori. Ecco i principali criteri da considerare:



La purezza del legno



È fondamentale scegliere legno privo di impurità, come corteccia, foglie, aghi o anche residui di trattamenti chimici. Tali impurità possono infatti incidere negativamente sulla qualità del pellet prodotto, in particolare aumentandone il contenuto di ceneri. È consigliabile quindi privilegiare i trucioli e la segatura di prima lavorazione del legno, che generalmente sono più puri.



Livello di umidità



Il tasso di umidità della legna è un fattore determinante per la qualità del pellet ottenuto. La legna troppo umida, infatti, può creare problemi di compattezza e agglomerazione del pellet. Si consiglia quindi di scegliere legna con un tasso di umidità compreso tra l’8 e il 12%. Per questo potrebbe essere necessario asciugare il legno prima di inserirlo nella pressa per pellet.



Dimensione delle particelle



Anche la dimensione delle particelle di legno influisce sulla qualità del pellet prodotto. Idealmente, i trucioli e la segatura dovrebbero avere dimensioni uniformi, comprese tra 1 e 5 millimetri. Ciò garantisce una buona compattezza dei granuli e ne facilita la lavorazione. Una granulometria troppo elevata può infatti causare problemi di intasamento della pressa.



Pour en savoir plus

Piano pressa pellet

Piano di sostegno alla stampa Premere il piano del piede Piano laterale inferiore per pressa pellet Piano matrice pressa pellet Pianta del cilindro della pressa per pellet Premere il piano dell’asse verticale continua… Continuerò a modificare i piani.

Riscaldamento a pellet: conviene ancora?

In un contesto in cui le preoccupazioni ecologiche ed economiche sono sempre più presenti, la scelta di un sistema di riscaldamento per la propria casa diventa cruciale. Tra le alternative esistenti, il riscaldamento a pellet rappresenta un’interessante opzione da studiare.…

I vantaggi di utilizzare presse per pellet di qualità



Per garantire la produzione di pellet di legno di qualità ottimale, è essenziale disporre di una pressa per pellet adeguata e performante. Ecco alcuni dei vantaggi offerti da queste macchine:



  • Alta efficienza: Le moderne presse per pellet consentono di trasformare in modo efficiente e veloce grandi quantità di legno in pellet, per soddisfare le crescenti esigenze del mercato.
  • Qualità costante: Questa attrezzatura garantisce una qualità uniforme dei pellet prodotti, in particolare controllandone la densità e il contenuto di umidità.
  • Facilità d’uso: Le presse per pellet sono generalmente progettate per essere semplici da utilizzare e mantenere, riducendo i costi di produzione e massimizzando la redditività.


Insomma, scegliere la giusta tipologia di legno per alimentare le presse per pellet è fondamentale per ottenere pellet di qualità. È opportuno quindi privilegiare le specie legnose teneri, assicurandosi che siano rispettati i criteri relativi alla purezza, all’umidità e alla granulometria del legno. Infine, disporre di una pressa per pellet adatta e performante è un’ulteriore garanzia di successo nella produzione di pellet di legno.

Pour en savoir plus

Come realizzare da soli una pressa per pellet?

Nel corso degli anni sono diventato sempre più consapevole della necessità di ridurre la nostra impronta di carbonio e promuovere fonti energetiche più sostenibili. Una delle soluzioni che ho trovato per contribuire a questo sforzo è la produzione di pellet…

Lascia un commento