Pressa per pellet, come sceglierla? La nostra opinione sulle macchine pellet.


Presse pellet elettriche monofase


Presse pellet elettriche trifase


Pressa per pellet su trattore con presa di forza


Presse per pellet a motore termico

Vuoi acquistare una pressa per pellet per risparmiare denaro, adottare un approccio ecologico mentre ricicli i rifiuti e i brandelli di piante. In questo articolo ti guidiamo alla scelta della macchina giusta.

Cos’è una pressa per pellet?

Per iniziare ti spiegheremo cos’è una pressa per pellet.

La pressa o macchina pellettatrice viene utilizzata per trasformare gli input in pellet. È quindi possibile produrre un’ampia varietà di pellet.

Riscaldamento a pellet

Pellet per l’alimentazione degli animali

Bastoncini di fertilizzante

Le migliori presse per pellet

Qui abbiamo scelto le migliori presse per pellet in base alla loro alimentazione. Troverai la migliore pressa pellet elettrica monofase, trifase, per trattore e termica.


Il pellet riscaldante

Proveniente da attività come la potatura, la biomassa costituisce un’interessante fonte di energia quando si dispone di una pressa per pellet. La biomassa è tutta la materia organica in grado di produrre energia. Ad esempio, dopo la potatura degli alberi i rami e le foglie vengono chiamati biomassa.

La pressa pellet produce una fonte di energia dal riciclo delle piante verdi, della paglia e di ogni residuo organico che si presta a questa trasformazione.

Pellet animale

Grazie alla pressa per pellet è possibile preparare da soli il cibo per i nostri animali. La macchina creerà pellet nutrienti aggiungendo le vitamine e i minerali necessari per il tuo bestiame.

Il bastoncino del fertilizzante

Seguendo la ricetta iniziale potrete ottenere bastoncini di fertilizzante con i componenti che preferite.

Come funziona una macchina per produrre pellet?

Il principio di funzionamento della pressa per pellet è abbastanza semplice. Innanzitutto è necessario preparare una miscela che sarà adatta alla realizzazione del pellet. La ricetta dipenderà dal pellet che si desidera ottenere.

Il composto deve essere omogeneo e non contenere pezzi troppo lunghi.

Dopo aver acceso la macchina è sufficiente alimentare la tramoggia di riempimento.

La pressa per pellet compatta i materiali utilizzando una trafila e un motore. Pressione e temperatura creano i granuli attraverso questa matrice.

Infine il pellet esce caldo dalla macchina. Ottengono la consistenza finale dopo il raffreddamento.

I vantaggi di una pressa per pellet

    • Crea granuli personalizzati con la qualità desiderata

    • Riciclo di biomasse, materiale triturato.

    • Pratico ed economico

Il vantaggio principale è che avrete la possibilità di produrre il vostro pellet di altissima qualità. E’ possibile trovare ricette, ma anche personalizzarle secondo le vostre esigenze.

Il secondo vantaggio è ecologico. Diventa possibile riciclare la biomassa della vostra attività per ottenere una fonte di energia economica ed efficiente.

Infine, le presse per pellet sono pratiche ed economiche. Sono facili da usare, generalmente sono su ruote per poter essere spostati facilmente. La macchina può avere un costo elevato ma come avrete capito si ripaga velocemente.

Gli inconvenienti

Esamineremo gli svantaggi di una pressa per pellet

    • La macchina occupa spazio anche se compatta

    • Ci vuole tempo per produrre pellet.

    • Le presse richiedono una manutenzione minima

Quali materiali possono essere messi in una pressa per pellet?

Esistono tre categorie principali di pellet. Pellet di riscaldamento, nutrizione e fertilizzante.

Materiali per realizzare pellet da riscaldamento

Se volete produrre pellet per il riscaldamento è sufficiente utilizzare i triturati delle piante. Puoi acquistarli o utilizzare quelli che produci. È possibile utilizzare segatura, paglia e carta.

Quali materiali per l’alimentazione animale

Per questa sezione ti consigliamo di contattare uno specialista della nutrizione a seconda del tuo animale. Generalmente i pellet animali contengono cereali come mais, avena o fieno. A questo si aggiungono vitamine e minerali affinché i tuoi animali abbiano tutto l’apporto necessario.

Materiali per realizzare bastoncini di fertilizzante

Per sviluppare le vostre colture, il letame granulato è molto efficace. I bastoncini sono realizzati con escrementi di animali come pollame, cavalli o bovini. È possibile aggiungere molto prodotto per arricchire il terreno come alghe, ossa frantumate e corna.

Come scegliere una pressa per pellet?

La pressa per pellet è un investimento abbastanza pesante a seconda della produzione che si vuole ottenere con essa. Ecco perché è importante scegliere il modello giusto che soddisfi le tue esigenze e il tuo budget. In questo paragrafo ti mostreremo i diversi punti da tenere in considerazione quando scegli la tua macchina per il pellet. Infine, vi daremo la nostra opinione generale su questo tipo di macchina.

Secondo i nostri studi, ci sono 5 criteri importanti:

    1. Produzione oraria

    1. Il prezzo

    1. Il tipo di alimentazione/motorizzazione

    1. Il diametro del setaccio

    1. Peso e ingombro

Ora che conosci i criteri principali, li studieremo nel dettaglio per capire cosa puoi scegliere.

La produzione oraria di una pressa per pellet

Se stai intraprendendo il progetto di produrre il tuo pellet, ti consigliamo di conoscere le tue esigenze di pellet. Questi bisogni saranno espressi in Kilo. Ad esempio, in una casa residenziale il fabbisogno di pellet per riscaldamento è di circa 2 tonnellate all’anno. Avere questi valori è fondamentale per poter scegliere una macchina con una resa oraria correlata alle proprie esigenze produttive.

Per quanto riguarda le macchine pellettatrici, producono da 20 Kg/ora a 110 Kg/ora.

Quanto costa una macchina per pellet?

Probabilmente l’hai notato, ma i prezzi sono molto diversi. Il costo di una pressa per pellet è compreso tra 1.000 e 12.000 euro.

Ovviamente il prezzo influenza direttamente la qualità della macchina ma anche la qualità del pellet prodotto.

Esistono 5 gamme di macchine pellet.

    1. Economico : Il prodotto in questione rientra nella fascia economica della sua categoria ed è ideale per un uso limitato e domestico. Tuttavia, si tratta di una macchina con funzionalità limitate, progettata per gli utenti che necessitano di apparecchiature occasionali che non richiedono prestazioni significative.

    1. Uso domestico : rivolto ad utenti che desiderano ottenere un prodotto di buona qualità, senza bisogno di prestazioni estremamente elevate. Queste macchine sono destinate ad un uso privato, per cui questo prodotto darà soddisfazione a tutti coloro che lo utilizzano per svolgere compiti comuni e con poca frequenza.

    1. Semiprofessionale : Il prodotto è destinato ad utenti individuali che cercano un articolo di alta qualità, sebbene non sia considerato professionale. Adatto ad un utilizzo intermedio, può tuttavia offrire prestazioni di alto livello con efficienza specifica per la sua definizione. È molto apprezzato dagli utenti che sono particolarmente attenti alle caratteristiche del prodotto in fase di acquisto.

    1. Professionale : Il prodotto è adatto ad aziende e professionisti del settore, nonché ai singoli utenti che desiderano acquisire un prodotto di qualità affidabile e prestazioni superiori. Queste macchine sono adatte ad un uso frequente ed intensivo, grazie alla loro meccanica superiore, alle elevate prestazioni, alla loro affidabilità e alla loro garanzia di lunga durata.

    1. Industriale : Questi prodotti hanno un’eccellente progettazione meccanica e sono ideali per un uso intensivo. Hanno prestazioni superiori a quelle della categoria e sono consigliate ai professionisti del settore che desiderano ottenere il massimo in termini di prestazioni, affidabilità e durata nel tempo.

Il tipo di motorizzazione o alimentazione

Qui, la tua scelta sarà dettata dai tuoi impianti elettrici o dalle tue apparecchiature già installate.

Avrai la possibilità di scegliere tra 4 categorie principali di cibo.

Pressa pellet elettrica monofase 230 volt.

Pellettatrici elettriche monofase, queste macchine sono limitate a 3 HP di potenza ma hanno il vantaggio di essere utilizzabili da una presa di corrente domestica. Ecco perché sono destinati a chi vuole utilizzare la macchina a casa.

Pressa pellet elettrica trifase 400 Volt

Le presse elettriche trifase per pellet hanno una potenza maggiore rispetto alle presse monofase. La potenza varia da 5 HP a 10 HP. Permettono di produrre grandi quantità di pellet.

Pressa per pellet montata su trattore

Le presse per pellet montate sul trattore si collegano direttamente alla presa di forza del trattore. Non è necessaria la corrente elettrica, ma il trattore deve essere funzionante e rifornito di carburante.

Presse termiche per pellet

Qui è autonomia totale. Il motore della macchina pellet è termico. Queste macchine offrono una grande potenza e sono economiche. Ma sono rumorosi.

Scegli il diametro del setaccio

Il diametro del setaccio corrisponderà al diametro finale del pellet.

I setacci disponibili vanno da 4 a 8 mm. Per il combustibile da riscaldamento, i diametri dovrebbero essere 6 mm.

Per alcuni fertilizzanti e mangimi per animali, è meglio scegliere più piccoli (4 mm) o più grandi (8 mm)

Peso e ingombro

Terminiamo con l’ultimo criterio che è il peso e le dimensioni. Ti consigliamo di scegliere una macchina che sia maneggevole e che possa essere riposta facilmente.

Dato che il peso delle macchine può raggiungere i 180 kg, è consigliabile guardare attentamente il tipo di ruota per essere sicuri di poterle manovrare facilmente.

Manutenzione di un mulino a pellet

La manutenzione della pressa per pellet deve essere fatta in modo rigoroso se si vuole mantenere una macchina che produca pellet di qualità e che duri nel tempo.

La pulizia della pressa deve essere effettuata dopo ogni utilizzo al fine di rimuovere tutti i residui ed evitare accumuli di materiali. Durante la pulizia, cogliere l’occasione per ispezionare gli elementi della macchina per identificare eventuali rotture.

Lubrificazione e lubrificazione di tutte le parti mobili della macchina secondo le istruzioni per l’uso. Questa è una parte importante della manutenzione perché la macchina è soggetta ad alta pressione e calore. Perché possa durare nel tempo bisognerà prendersene cura.

Inutile dire che eventuali parti rotte o che rischiano di rompersi devono essere riparate. Questo ti eviterà di essere scomposto quando vuoi produrre.

Il nostro verdetto sulle presse per pellet

Come avrai capito, scegliere una pressa per pellet non è semplice ma è un investimento che si ripagherà in breve tempo. Per questo ti diamo i migliori consigli per l’acquisto della tua futura pressa per pellet.

FAQ: Domande frequenti sulle presse pellet elettriche monofase

    1. Qual è il consumo elettrico di una pressa elettrica monofase? Il consumo energetico dipende dal modello e dalla potenza del motore. Controlla le specifiche del produttore per conoscere il consumo esatto della pressa che intendi acquistare.

    1. Posso produrre pellet da diverse materie prime con una sola pressa? Sì, la maggior parte delle presse per pellet può trattare diverse materie prime, come segatura, trucioli di legno, paglia, miscanto e residui agricoli. È però fondamentale verificare le raccomandazioni del produttore riguardo alle materie prime compatibili con la pressa per pellet scelta.

Glossario dei termini tecnici relativi alle presse per pellet

    • Biomassa : Materiale organico di origine vegetale o animale che può essere utilizzato come fonte di energia.

    • Matrice : Parte della pressa per pellet attraverso la quale il materiale viene compresso per formare i pellet.

    • rotoli : Componenti della pressa pellet che comprimono il materiale contro la trafila per formare i pellet.

    • Monofase : Tipo di corrente elettrica domestica, caratterizzata da un’unica fase di tensione.